Palazzo Grecchi ospita la nuova mostra di Marcello Placci

Pubblicato il 12 ottobre 2005

Mostra Marcello Placci

Dopo il successo avuto con l’ultima iniziativa di un anno fa, Aurora Case Preziose ospiterà di nuovo una mostra dell’artista faentino Marcello Placci intitolata “Orizzonti”.

La mostra verrà inaugurata sabato 22 ottobre alle ore 17.00 presso Palazzo Grecchi in Corso Mazzini 69 a Faenza e rimarrà in esposizione per tutti i week end fino alla fine di novembre.

Ecco come l’artista presenta la sua rassegna:
“Orizzonti è solo lo spunto perché la mostra gira attorno a temi diversi. Ma è comunque un tema importante del mio mio percorso creativo. Sono orizzonti Leopardiani i miei… da sempre affascinato dai grandi spazi sconfinati, gli oceani, il cielo, lo spazio.
L’orizzonte per me è simultaneamente da un verso, uno sguardo dentro se stessi, nei nostri vuoti e limiti, e dall’altra verso il mondo che ci circonda, l’immensità dell’universo, e la sfida al nostro intelletto che questo rappresenta, per cercare di capirlo, e che comunque ci da una “dimensione reale” del nostro esistere.
L’immenso come fonte di eterna ricerca, spinta continua ad allargare le nostre conoscenze, i “nostri orizzonti”. Del resto è questa curiosità, lo spirito pionieristico che ci ha sempre spinto a cercare “di più”, di scavalcare le montagne o attraversare il mare. Credo con ragione, possiamo definirci “gli esseri più curiosi” che conosciamo.
Oltre agli orizzonti, figurativi ed astratti sono gli altri due temi di questa mostra, due percorsi diversi ma portati avanti parallelamente e che a volte si incrociano tra di loro.

E’ un’arte diretta la mia. E’ quella che si vede. Non ci sono molteplici interpretazioni nascoste, significati reconditi, messaggi ambigui che possono voler dire tutto o niente, che cercano di confondere chi guarda.
E’ un’arte diretta e positivista per scelta: proprio per questo spirito e ambizione tesi a valorizzare i lati positivi di ciò che siamo e di ciò che ci circonda, non è indirizzata ai mondi oscuri dell’onirico, alle angosce dell’intimo o personali ossessioni, che tanto spesso sono trattati in ambito artistico, ma al contrario è una ricerca di bellezza e armonia, di colori e forme che siano in sintonia con il nostro percepire, e proprio per questo spirito si contrappone alla visione di “crisi esistenziale”, di decadentismo e pessimismo culturale tanto diffusi oggi, o meglio ritenuti tali da un certa parte della cultura nostrana. Ma il mondo è più grande, e c’è ancora molto da scoprire.”

Per ulteriori informazioni contattare il numero 328 2840631 o visitate il sito www.marcelloplacci.com.

Fabbricati interessati:

Palazzo Grecchi Faenza