Settesere alla scoperta di Reda: “quasi un piccolo comune”

Pubblicato il 7 novembre 2006

Settesere Reda

Nell’ambito del ciclo “oltre la periferia”, il settimanale faentino Settesere dedica a Reda due articoli nel numero uscito in edicola il 21 ottobre.

Il settimanale dimostra di aver colto appieno le caratteristiche principali e lo spirito degli abitanti della frazione, nella quale Aurora ha sempre investito e creduto come alternativa per chi vuole abitare in un luogo tranquillo a prezzi convenienti.

Nell’articolo a firma di Alice Lombardi si parla infatti di un paese “piccolo ed autonomo” per la numerosità e l’importanza dei servizi presenti e per la dinamicità delle iniziative guidate dalla Circoscrizione. A tal proposito si fa l’esempio della Sagra del Buongustaio che rappresenta da anni l’evento di maggior richiamo organizzato a Reda che vede Aurora tra gli sponsor. Si parla inoltre dell’importanza dell’attività sportiva con la presenza di numerose associazioni che se ne occupano (calcio, ciclismo e pallavolo), e di come sia attivo il centro sociale per gli anziani.

L’articolo di Paolo Martini racconta invece la propria esperienza di cittadino faentino che ha comprato casa a Reda. Il quadro che ne è esce è divertente e allo stesso tempo molto realistico. Il giornalista dimostra infatti di aver colto nel segno: il passaggio dove descrive il suo primo ingresso nel bar della piazza di Reda è da applausi.

In entrambi gli articoli si fanno riferimenti allo sviluppo edilizio che in questi anni ha posto le basi per la crescita del paese ed il miglioramento nei servizi a disposizione degli abitanti. Aurora Case Preziose è stata sicuramente la protagonista principale di questo sviluppo, che nasce con la presentazione del piano particolareggiato “Reda due” nel 1996 e che proseguirà nei prossimi anni con immutato sforzo.

www.settesere.it
www.sagradelbuongustaio.net