Il Resto del Carlino”: A Reda si sta bene!

Pubblicato il 27 ottobre 2004

2004_10_21 il mattone salva reda resto del carlinoQuesta è infatti l’opinione delle persone intervistate dal popolare quotidiano “Il resto del Carlino” nell’articolo pubblicato il 21 ottobre 2004 all’interno dell’edizione Faenza – Lugo.

Ma perché la gente qui si trova bene? Perché Reda è un quartiere in mezzo alla campagna ma non troppo lontano dalla città, un paese tranquillo ma ricco di attività e di servizi, senza contare il fatto che qui i prezzi delle abitazioni risultano molto inferiori rispetto a quelli del centro urbano.

Sono pochi e risolvibili i problemi che la gente riscontra nel paese. Primo fra tutti l’uscita dalla scuola elementare, senza piste ciclabili e parcheggi per le auto; seguono poi richieste di potenziamento dell’illuminazione stradale e di allargamento della provinciale di collegamento con Faenza. Inoltre il presidente del quartiere, in un altro articolo del 21 ottobre pubblicato sullo stesso quotidiano, ha segnalato che devono ancora essere coperti alcuni spazi con la rete idrica.

La risposta del’Amministrazione Comunale è arrivata il giorno dopo, nell’articolo del 22 ottobre de ‘Il Resto del Carlino’. L’amministrazione ha infatti dichiarato che si occuperà della costruzione di una pista ciclabile dalla chiesa alla scuola media e dell’ allargamento della sede stradale nello stesso tratto entro il 2005. Sono previsti inoltre interventi per quanto riguarda l’illuminazione stradale e per la messa in sicurezza della provinciale.

Da anni Aurora cerca di dare maggior valore al luogo offrendo una vasta gamma di abitazioni di qualità, perfettamente integrate nel contesto paesano.

Gli abitanti apprezzano il cambiamento che sta avvenendo perché questo favorisce le piccole attività commerciali locali, ma soprattutto perché da anni si registrava un continuo calo demografico che con il tempo avrebbe probabilmente portato ad un impoverimento del paese.

Fabbricati interessati:

Lotto 14 evidenza
Appartamenti "Il Girasole a Reda"

Terreni interessati: